Info

Papillon
Torino, Italia

Biografia: I personaggi interpretati da Eastwood e Mc Queen nei film che hanno ispirato la grafica del mio blog rappresentano il mio spirito. La pazienza e la sopportazione - senza mai che lo spirito si arrenda - sono la forza che spinge verso la libertà, fisica per loro e spirituale per me. L'immagine di copertina è la locandina di Fuga da Alcatraz, abbinata alla frase principale del film Papillon pronunciata da Steve; l'immagine del "gravatar" è del film Papillon. Mi sembrava in tema, come titolo del primo articolo, anche la frase pronunciata da Clint nel suo film; in fondo sono qui perché ancora sogno qualcosa di migliore o diverso e quindi: "Vale sempre la pena rischiare, se vuoi qualcosa". Bene, si parte. Abbiate ogni speranza o voi che entrate e sappiate che ogni riferimento a fatti o personaggi è puramente voluto. Sappiamo che io non so scrivere, sono un cantastorie di borgata: prendo appunti e racconto quello che vedo, sento e mi passa per la testa. Però, mi pongo egualmente il problema di essere comprensibile e di non offendere nessuno, come se mi leggesse il mondo intero. Non è auto-censura, ma senso di responsabilità e rispetto: una forma di educazione, che oggi si è persa. Pensiero, ovviamente, opinabile, ma che, secondo me, dovrebbe essere applicato in tutti i social, dove nascosti dietro all'anonimato si provoca e si offende. Sia chiaro: non scrivo per piacere (agli altri), ma se piaccio, mi fa piacere. Poi, siccome si cambia (la vita ci cambia), cerco di non prendermi troppo sul serio, perché - per contro - detesto chi si esprime per assiomi. Perché scrivo qui, invece di parlare con chi ho vicino? Perché, per esperienza, mi sono accorto, che non si può parlare a tutti di qualsiasi cosa. Qui, invece, dove lo spazio è grande, si spera che chi legge non si senta additato in prima persona. Purtroppo, non sempre è così, ma bisogna lasciar perdere, per non incorrere nelle medesime stucchevoli discussioni che ci tediano nella vita di tutti i giorni. Scrivere, è come fare musica e deve fare scaturire un bel suono, armonizzato con il respiro e con il cuore. Se provate a leggere ad alta voce, i brani che scrivete, forse ve ne potete rendere conto anche voi. Ovviamente, non sempre riesce. Non so per voi, ma per me, scrivere è un modo di volare, perché, credetemi: "le cose viste dall'alto, fanno sempre meno impressione." (*) (*) cit. di Joe, lo straniero (Clint Eastwood) in "Per un pugno di dollari".

Visualizza profilo completo

 

8 pensieri su “Info

  1. Leggere a voce alta, talvolta, è illuminante. Ancor più sentire la voce di altri leggere i tuoi scritti. Più di una volta ho stentato a riconoscere i miei racconti narrati da un buon lettore. Così ho iniziato a leggere ed ascoltare in modo migliore. Ma credo di aver ancora molta strada da fare per imparare.

    Liked by 1 persona

      1. Ti assicuro che un bravo lettore riesce a farti sentire sfumature che tu non ImmaGini proprio. Sono arrivata al punto di pensarea: “ma sono io ad aver scritto una cosa tanto bella?” 😀

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...